Ok noOk 

 

Le disparità nella cura del dolore

La denuncia nei confronti di un sistema sanitario che fa acqua da tutte le parti è chiara e forte

come testimoniato nell'articolo apparso su Sanità24Ore il 14 luglio, a firma del prof. Guido Fanelli.
Gli orientamenti della sanità nazionale variano molto, come conseguenza di orientamenti politici (diversi in ogni regione) ma anche, all'interno della stessa regione, a secondo dei rappresentanti della politica locale che si alternano mano mano nel tempo. Si potrebbe dire molto, a riguardo, con copiosa documentazione. Sarebbe sufficiente analizzare tutti i "progetti incompiuti", di cui il BelPaese è ricchissimo.

Ieri abbiamo avuto la denuncia "gridata" dal garante della legalità, Dott. Cantone, nei confronti di opere essenziali non fatte solo per il drammatico livello di corruzione che infesta la nazione. Se l'analisi fosse approfondita nei confronti di ciò che accade nella sanità, se ne vedrebbero delle belle e si scoprirebbe anche il perché della denuncia del Prof. Fanelli che, ahimè, non riguarda solo la Medicina del Dolore e il dramma dei malati che soffrono ma anche tutto il resto di un sistema da rifondare totalmente, limitando l'intervento della politica solo alla fase decisionale generale, e escludendola totalmente dalla parte amministrativa.

Purtroppo temo che questo sogno resterà tale, almeno per quelli della mia generazione.

Giustino Varrassi

15 luglio 2016
Per leggere l'articolo citato clicca qui 


 

varrassiBANNER ridotto 4

Contatti

Fondazione Paolo Procacci onlus
Via Tacito 7 - 00193 Roma
Email: info@fondazioneprocacci.org